A partire da luglio 2016 il Canone di abbonamento alla televisione per uso privato, chiamato anche “Canone Rai”, è rateizzato nella bolletta dell’energia elettrica. Il Canone RAI è un’imposta obbligatoria per i possessori di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di radioaudizioni televisive.
Il pagamento del canone Rai è dovuto da ciascun cliente intestatario di un’utenza di energia elettrica nell’abitazione di residenza.

Canone rai in bolletta, quando e come si paga
Se sei intestatario di un’utenza di energia elettrica nell’abitazione in cui hai la residenza, e possiedi una tv o un apparecchio in grado di ricevere trasmissioni televisive, il canone RAI ti verrà addebitato a rate direttamente nella bolletta della luce.

L’importo del canone annuo ordinario, pari a 90 euro, sarà suddiviso in quote mensili di 9 euro addebitate in bolletta, da gennaio a ottobre. Nella bolletta troverai una voce specifica che indica l’importo relativo alle rate del canone.

Il canone si paga una volta sola: vale per tutti gli apparecchi che possiedi tu e che possiedono i componenti della tua famiglia anagrafica, a prescindere da quanti apparecchi si trovino nella casa di residenza, o in un’altra casa.

Per informazioni aggiuntive puoi consultare i siti dedicati di RAI www.canonerai.it e Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it o contattare il Numero verde RAI 800.93.83.62 (dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 21).
Qualsiasi richiesta o segnalazione in merito al pagamento del canone va rivolta all’Agenzia delle Entrate.